A mensa trovano una lumaca nei piselli

Stampa Home
Articolo pubblicato il 03/01/2017 alle ore 17:05.
A mensa trovano una lumaca nell'insalata 4
A mensa trovano una lumaca nell'insalata 4

Venerdì 23 dicembre, ultimo giorno di scuola. C’è fermento fra gli alunni della scuola elementare Marconi, tutti aspettano con ansia l’arrivo di Babbo Natale.
E quando è l’ora di andare in mensa il chiacchiericcio fra i piccoli alunni si fa ancora più intenso, al centro i regali che sperano di trovare sotto l’albero. Intanto i piatti vengono serviti. E fra questi c’è anche un contorno che generalmente suscita consensi da parte dei commensali. I piselli.
Fin qui tutto bene. Almeno fino a quando un bambino si accorge che nel suo piatto c’è qualcosa che non va. Un ospite indesiderato. Una «lumachina» se ne sta beatamente in mezzo a quel contorno.
Il bimbo stupito richiama subito l’attenzione delle insegnanti. Insomma scoppia il caso. Con tanto di documentazione fotografica. Anche perché va bene tutto ma la presenza di un «corpo» estraneo non è mai piacevole e potrebbe lasciare intendere che ci sia superficialità nel confezionare i piatti. E’ pur vero che è un incidente di percorso che può accadere. Ma considerando che già un anno fa un episodio simile era accaduto, si può immaginare la reazione dei genitori, che pagano e abbastanza, per questo servizio, quando dai loro figli sono venuti a conoscenza di quanto era successo. Ricordiamo che la mensa di Chivasso è gestita da «Euroristorazione.
Non si stupisce del fatto il sindacalista della Cisl, Basile : «Non è un episodio che ci coglie di sorpresa. Più volte abbiamo puntato il dito contro questa gestione. Siamo scesi in piazza e l’abbiamo anche detto all’amministrazione comunale che però continua a fare orecchio da mercante.
Di scorrettezze in queste mesi ne abbiamo ravvedute tante. A partire dai licenziamenti, al cibo che viene sprecato a ore lavoro che da ordinarie diventano straordinarie. Addirittura adesso siamo venuti a conoscenza del fatto che nei locali mensa entrano persone non addette ai lavori. Anche su questo comunque andremo fino in fondo.
Questo è un appalto che non è proficuo. E il risalutato sono poi “incidenti” come quello capitato venerdì»:
Abbiamo chiesto una dichiarazione anche al direttore regionale di Euroristorazione, Liguanti: «Al momento non posso dire granché. Nel senso che stiamo facendo tutti i controlli del caso. C’è il comparto gestione qualità che sta facendo verifiche sulla conformità. Ovviamente abbiamo chiesto spiegazioni e chiarimenti anche al fornitore del prodotto. Per vedere se vengono rispettati tutti i criteri del caso. Ma solo fra qualche giorno sapremo dire cosa è effettivamente accaduto».
Nell’attesa i genitori chiedono all’amministrazione comunque di tenere alta l’attenzione sul servizio mensa scolastica.

Territori

Cronaca

Cultura

Sport

Sanità

Politica