Brandizzo tra neve e ghiaccio, Deluca bacchetta Merlo

Stampa Home
Articolo pubblicato il 17/01/2017 alle ore 12:00.
Brandizzo tra neve e ghiaccio, Deluca bacchetta Merlo 3
Brandizzo tra neve e ghiaccio, Deluca bacchetta Merlo 3

Neve e ghiaccio, a prendere la parola è il capogruppo di Alternativa Civica Giuseppe Deluca: «Numerosissime sono state le segnalazioni che ci sono pervenute dai cittadini nei giorni scorsi e molte le situazioni di forte disagio che abbiamo potuto verificare di persona. Responsabile dello spargimento del sale e dell’eventuale spazzamento della neve è l’assessore alla viabilità Merlo, che deve occuparsi di coordinare queste attività e verificare lo stato e la transitabilità delle strade di Brandizzo, senza dimenticare i marciapiedi per i pedoni. Purtroppo questo coordinamento non è stato fatto, così come confermatomi personalmente dal sindaco nella riunione dei capigruppo del 13 gennaio. Qui a Brandizzo tutto viene lasciato al caso e allo “speriamo che non capiti nulla”, invece i disagi ci sono stati e sono stati davvero tanti: addirittura a due giorni di distanza dalla nevicata di circa 5 cm della scorsa settimana la pista ciclo pedonale di via Nicolao Cena, piazza Orchidea, la piazza di via della Resistenza, via Gramsci, via Melano, Via Matta, via Vittime di Bologna, via Pastero, via Nilde Iotti, solo per ricordarne alcune, e moltissime altre zone risultavano completamente innevate e ricoperte di ghiaccio senza alcuna traccia di sale o comunque con un intervento assolutamente inadeguato. Ricordo ai cittadini inoltre che, vista la totale assenza dell’assessore alla viabilità Merlo, il responsabile della sicurezza e dell’incolumità pubblica, a norma di legge, è il primo cittadino». La coordinatrice di Alternativa Civica Antonella Multari: «Non si può sempre sperare nel rialzo delle temperature, anche perché il forte freddo, la neve ed il ghiaccio erano stati tempestivamente annunciati con allerte meteo della protezione civile e comunicati ai Comuni insieme al fenomeno del gelicidio, ovvero della pioggia che gela a contatto con il suolo per le basse temperature, avvenuto nella serata e notte di giovedì e mattinata di venerdì, tutto ciò era stato ampiamente annunciato e previsto. Già nella tarda serata di giovedì le strade e i marciapiedi erano completamente ricoperti da un pericoloso strato di ghiaccio senza alcun intervento di spargimento sale programmato da parte del Comune, i mezzi spargisale si sono visti solo alle 8 del venerdì mattina quando erano già avvenuti molti incidenti stradali e diverse persone erano cadute sui marciapiedi di vie, piazze e nei pressi delle scuole».

 

Territori

Cultura

Sport

Sanità

Politica