Bruciano rifiuti al campo nomadi, i residenti sul piede di guerra

Stampa Home
Articolo pubblicato il 15/08/2016 alle ore 17:11.
Bruciano rifiuti al campo nomadi, i residenti sul piede di guerra 4
Bruciano rifiuti al campo nomadi, i residenti sul piede di guerra 4
Dalla prima mattinata di lunedì 15 agosto i residenti di Barriera di Milano sono scesi in strada per protestare contro l'ennesimo incendio che si è sviluppato dal campo nomadi di via Germagnano a Torino. Il rogo, provocato dall'incendio di rifiuti, ha costretto i Vigili del Fuoco del capoluogo ad intervenire in forze per mettere in sicurezza l'area, mentre a pochi metri di distanza montava l'ennesima protesta dei cittadini che da anni lamentano una condizione divenuta ormai insostenibile. Tante le raccolte di firme e gli esposti presentati alla Procura nella speranza di trovare una soluzione a quella che, purtroppo, viene definita una "routine". L'insistenza dei cittadini aveva ottenuto, nei mesi scorsi, un monitoraggio più intenso dell'aria che quotidianamente viene inquinata dai fumi che si sollevano dal campo rom. L'Arpa, infatti, dopo le numerose istanze dei residenti aveva installato delle centraline per raccogliere dati sulla qualità dell'aria che si respira nella zona di via Germagnano. 
Dopo l'ultimo rogo che si è sviluppato alla periferia della città, i residenti sono tornati in strada per chiedere a gran voce che si trovi una soluzione, definitiva, per risolvere i tanti problemi di convivenza con i rom del campo di via Germagnano. 

Territori

Cronaca

Cultura

Sport