Chili di cocaina trovata a casa del panettiere: arrestato a Volpiano

Stampa Home
Articolo pubblicato il 17/10/2016 alle ore 11:06.
Chili di cocaina trovata a casa del panettiere: arrestato a Volpiano
Chili di cocaina trovata a casa del panettiere: arrestato a Volpiano
Il sequestro a casa del panettiere

CHIVASSO - Migliaia di dosi tolte dal mercato torinese grazie alla scoperta di una vera e propria centrale della cocaina.

Nell’ambito del potenziamento delle attività di prevenzione e repressione dei reati sul territorio, i carabinieri della Compagnia di Chivasso sabato scorso hanno arrestato Giuseppe Tolomello, 43 anni, incensurato, panettiere, per detenzione di 3,2 kg di cocaina in pietra e purissima, ai fini di spaccio.

Dopo una serie di segnalazioni che indicavano un appartamento vuoto di Volpiano di proprietà dell’insospettabile Tolomello come un deposito di armi e droga, i militari hanno prelavato Tolomello dal posto di lavoro e hanno perquisito il suo appartamento. Una casa di proprietà, ma non ancora occupata.

La successiva perquisizione ha permesso di rinvenire 3,2 chili di cocaina nascosti in una scarpiera e un kit per confezionare la droga: 2 bilancini, materiale per il confezionamento, tutto sottoposto sequestro. Sono stati trovati anche 910 euro presumibile provento dell’attività di spaccio. L’uomo è stato rinchiuso nel carcere di Ivrea. La droga sequestrata vale circa 500mila euro al dettaglio. Evitata l’immissione di oltre 10mila dosi di droga sul mercato torinese.

Territori

Cronaca

Cultura

Sport

Sanità