Consorzio sociale: ecco il curriculum della futura presidente

Stampa Home
Articolo pubblicato il 11/04/2017 alle ore 17:35.
Consorzio sociale: ecco il curriculum della futura presidente  6
Consorzio sociale: ecco il curriculum della futura presidente 6

Per eleggere la nuova presidente del Cisa, il Consorzio sociale del territorio, bisognerà aspettare dopo Pasqua. L’assemblea dei sindaci, dopo il chiarimento «informale» tra il primo cittadino di San Mauro Marco Bongiovanni, e quello di Gassino, Paolo Cugini, infatti, è stata, ora, formalmente convocata per la giornata di mercoledì 26 aprile alle 17.30, con all’ordine del giorno proprio l’elezione del presidente. Per Maria Grazie Alfarano, dunque, quella sarà la volta buona, dopo le tante polemiche politiche seguite all’indicazione del suo nome da parte del sindaco di San Mauro, a cui spetta proprio l’indicazione del nominativo per il ruolo di presidente.
Proprio l’opposizione consiliare sanmaurese è stata, in queste ultime settimane, tra le più critiche sulla scelta della futura presidente. Nulla, naturalmente, a livello personale, ma solo questioni puramente di carattere politico e sostanziale, anche legate alle esperienze nel sociale della stessa presidente designata.
Polemiche che sono arrivate, lunedì sera, anche in Consiglio comunale, con un’interrogazione che ha visto come prima firmataria la capogruppo del Partito Democratico Maria Vallino, che, di fatto, ha visto alla Giunta di indicare le competenze nel sociale della presidente designata. Ebbene, è stato presentato all’Amministrazione il curriculum «integrato» di Maria Grazia Alfarano, che riporta concreti impegni nel sociale. Ecco le sue esperienze maturate: «1965: Primo premio Borsa di studio Concorso nazionale “Tematiche della Resistenza”. Premio conferito dall’ambasciatore italiano in Austria Enrico Martino; 1966: Alluvione di Firenze – volontaria operativa come “Angelo del Fango”; anni 70: Promotrice per la costituzione del Comitato dei Cittadini, volta al recupero della chiesa sconsacrata di Bardassano, con la collaborazione dell’architetto Sassone; anni 80: Collaboratrice informale per l’allestimento di concerti di musica classica presso il conservatorio G. Verdi di Torino; dal 1980 al 1995: Direzione artistica della Galleria d’arte moderna “La Piccola” via Barbaroux 10 Torino; dal 1995 al 2000 arredatrice di interni presso l’azienda familiare Giuliano Balocco; dal 2000 ad oggi: Responsabile gestione patrimoni immobiliare. Amministrazione di immobili ad uso residenziale, e commerciale, con particolare attenzione alla gestione di patrimoni, dal singolo appartamento al grande complesso; Organizzazione e raccolta fondi per progetto del Rotary Club Torino Est, al fine di costruire pozzi d’acqua in Burkina Faso. (1995 – 2006); varie collaborazioni con associazioni territoriali per numerosi progetti di aiuto e di sostegno alle fasce più deboli della popolazione con particolare attenzione ai minori (progetti legati all’Unicef); Volontaria per servizi di assistenza ai bambini ricoverati presso la struttura ospedaliera Oirm Sant’Anna – Regina Margherita; Attività di coordinamento e raccolta firme per richiedere la messa in sicurezza della strada provinciale 122, tra Gassino e Chieri».

Territori

Cronaca

Sport

Sanità

Politica