I Cinque Stelle contro l'Ammazza Lupo

Stampa Home
Articolo pubblicato il 06/02/2017 alle ore 10:34.
I Cinque Stelle contro l'Ammazza Lupo 2
I Cinque Stelle contro l'Ammazza Lupo 2

Il deputato del Movimento 5 Stelle Mirko Busto dice no alla norma Ammazza-Lupo.

«Chiediamo al ministro dell’Ambiente, Galletti, e ai presidenti delle Regioni di respingere la norma del Piano Lupo che dà il via libera agli abbattimenti, che sarà votato oggi in Conferenza Stato-Regioni – scrive Busto - Il lupo è una specie ‘particolarmente protetta’ dal 1971 e con questo sciagurato Piano-Lupi l’Italia rischierebbe una nuova procedura d’infrazione europea che porterebbe, ancora una volta, ad uno spreco di denaro pubblico per centinaia di milioni di euro. Se la norma ‘ammazza-lupo’ sarà approvata, il M5S la impugnerà in Europa e il conto del danno economico che ne deriverà per l’Italia sarà presentato al Pd.
Lo abbiamo già visto in altri casi di infrazione Ue, come per le 133 discariche abusive, in cui i cittadini italiani sono stati danneggiati due volte, trovandosi con un ambiente inquinato e con decine di milioni di euro da sborsare. Questo piano è illegittimo e suscettibile d’infrazione Ue perché introduce la possibilità di uccidere il lupo senza aver applicato una serie di azioni preliminari previste dalla Direttiva europea Habitat, come ad esempio il censimento nazionale della specie e un piano nazionale di interventi per consentire la convivenza l’uomo-lupo (recinti elettrificati, cani pastore ecc.). Una forzatura con cui si strizza l’occhio al mondo della caccia, sdoganando persino quella illegale, con tutti i rischi che ne derivano per persone e animali».

Territori

Cronaca

Cultura

Sport

Sanità

Politica