IL CONSIGLIERE DELUCA: NESSUN CONTROLLO, MANIFESTI ABUSIVI OVUNQUE

Stampa Home
Articolo pubblicato il 28/11/2016 alle ore 13:30.
IL CONSIGLIERE DELUCA: NESSUN CONTROLLO, MANIFESTI ABUSIVI OVUNQUE 3
IL CONSIGLIERE DELUCA: NESSUN CONTROLLO, MANIFESTI ABUSIVI OVUNQUE 3

Il capogruppo di Alternativa Civica Giuseppe Deluca scende in campo sulla situazione dei cartellioni elettorali: "A Brandizzo vige la più completa anarchia; nessuno vigila affinché le leggi vengano rispettate e soprattutto nessuno controlla, neanche la polizia municipale, la presenza abusiva di manifesti elettorali in tutto il paese. Cosa ci si può aspettare da un’amministrazione che è risultata fuorilegge sulla progettazione e realizzazione delle doppie rotatorie di via Torino e che agisce illegalmente nel comminare multe con le telecamere lettura targhe non omologate quando non può farlo? Molti cittadini brandizzesi ci hanno segnalato la presenza di manifesti elettorali negli spazi di affissione pubblici nel mese di campagna elettorale, nonostante la legge stabilisca che dal 30° giorno antecedente la votazione sia vietata l’affissione di qualsiasi materiale di propaganda elettorale negli spazi destinati dai comuni alle normali affissioni pubbliche. La legge 24 aprile 1975 n. 130, modificativa della legge 4 aprile 1956 n. 212, infatti, dispone che nel mese di campagna elettorale le affissioni di propaganda possono aver luogo esclusivamente in appositi spazi, i tabelloni elettorali, la cui ubicazione è stabilita dalle autorità comunali. A Brandizzo però, fino a martedì 22 novembre, a pochi giorni dal voto, in numerosi spazi di pubblica affissione, erano ancora presenti, nonostante il divieto, numerosi manifesti di propaganda elettorale del referendum costituzionale previsto per domenica 4 dicembre 2016. Alternativa Civica per il rispetto delle leggi e normative vigenti ha richiesto l’immediata rimozione dei manifesti elettorali abusivi presenti sul territorio brandizzese, precisando che le aree coinvolte erano via Torino, via Nicolao Cena, via Dante Di Nanni, via Lungo Bendola, via Maestro Rossi e altre zone del territorio; prontamente il giorno dopo la richiesta sono stati rimossi".

Territori

Cronaca

Cultura

Sport