La Cannabis arriva nelle farmacie, la "svolta" del Piemonte

Stampa Home
Articolo pubblicato il 18/12/2016 alle ore 12:11.
Cannabis ad uso terapeutico nelle farmacie, la "svolta" del Piemonte 3
Cannabis ad uso terapeutico nelle farmacie, la "svolta" del Piemonte 3

Dopo una prima fase sperimentale, la Regione Piemonte estenderà a breve a tutte le farmacie territoriali la distribuzione di cannabis ad uso terapeutico, come previsto dalla legge regionale 11 del 2015. Fino a questo momento la distribuzione era effettuata soltanto nelle farmacie ospedaliere.
Lo ha annunciato l'assessore alla Sanità Antonio Saitta nel corso del convegno organizzato dall'Ordine dei Farmacisti della provincia di Torino, a cui a nome della Regione ha partecipato anche il dirigente responsabile del settore Assistenza farmaceutica Loredano Giorni.
"Quanto emerso dal convegno conferma la bontà della scelta che abbiamo adottato, quella di limitare a sei aree di patologie l'utilizzo della cannabis terapeutica, senza fughe in avanti - ha sottolineato l'assessore Saitta -. Gli studi scientifici infatti non sono sempre coincidenti. Anche per questo come Regione daremo un contributo per rafforzare le evidenze scientifiche a livello nazionale, con l'obiettivo di migliorare la conoscenza degli effetti delle terapie".
"Ritengo tuttavia - ha aggiunto Saitta - che su questi temi sia sempre più necessario rafforzare il ruolo dello Stato. Lo dico come assessore e come coordinatore nazionale: non possiamo assistere a un'Italia a due velocità, con alcune regioni che fanno una legge e altre no. Serve una legislazione nazionale chiara, esattamente come per i vaccini. Il federalismo sulla cannabis non ha senso".

Sono limitate le patologie per cui si potrà assumere la cannabis prescritta per uso terapeutico. L'assunzione sarà possibile in due modi, quella orale del decotto e quella inalatoria mediante un apposito vaporizzatore.

Territori

Cronaca

Sport

Sanità

Politica