L'Asl To 4 ha il suo nuovo direttore: è Mario Traina

Stampa Home
Articolo pubblicato il 02/08/2016 alle ore 17:06.
L'Asl To 4 ha il suo nuovo direttore: è Mario Traina 3
L'Asl To 4 ha il suo nuovo direttore: è Mario Traina 3

Mario Traina sarà il nuovo Direttore Sanitario dell’ASL TO4 a partire dal prossimo 1 settembre, in sostituzione di Giovanni La Valle, che dallo stesso giorno andrà a ricoprire la posizione di Direttore della Direzione medica del Presidio Ospedaliero di Chivasso, ruolo per cui ha partecipato ad apposita selezione pubblica. La delibera di nomina del dottor Traina da parte del Direttore Generale dell’Azienda, dottor Lorenzo Ardissone, è stata approvata oggi, martedì 2 agosto. Laureato in Medicina e Chirurgia con una specializzazione con lode in Sicurezza sociale e Organizzazione sanitaria, con un master in Tecniche epidemiologiche e gestionali per l’Organizzazione sanitaria e un particolare approfondimento nell’ambito della Clinical Governance, 61 anni, il dottor Traina ha iniziato la carriera professionale nel 1984 presso l’allora USSL 30 di Chieri e ha maturato un’esperienza ventennale di direzione nell’ambito della sanità pubblica. Un lungo e qualificato curriculum professionale quello del dottor Traina, in cui si inseriscono il ruolo di Coordinatore del Distretto sanitario di Santena (ex ASL 8 di Chieri) dal 1992 al 1996, di Direttore del Distretto sanitario di Chieri, in quella che sarebbe poi diventata l’ASL TO5, dal 1996, a cui si è poi aggiunta la responsabilità del Distretto di Carmagnola, e incarichi di Direzione Sanitaria d’Azienda. Dal 2008 al 2012 è stato Direttore Sanitario dell’ASL di Vercelli e, dal 1° giugno 2015 fino all’inizio dello stesso incarico presso l’ASL TO4, Direttore Sanitario dell’ASL TO1.

Territori

Cronaca

  • Trovato morto un camionista

    24-09-2017
    Ieri sera, 23 settembre, un camionista è stato trovato morto ad Azeglio nel pressi delle palafitte del lago di Viverone.
  • Montanaro, un altro rave party

    24-09-2017
    Gli abitanti di Montanaro avevano creduto veramente che con i blocchi voluti dal sindaco non si sarebbero più svolti i rave party

Cultura

Sport

Sanità

Politica