Max Casacci dei Subsonica insieme a Enrico Remmert per i Luoghi delle Parole

Stampa Home
Articolo pubblicato il 28/10/2016 alle ore 18:02.
Un appuntamento di primo livello a Volpiano per la tredicesima edizione dei Luoghi delle Parole. Il festival letterario firmato Associazione Novecento ha scelto di raccontare i libri e le storie anche "di sponda". Dall'inaugurazione con l'illustratore Emi
Max Casacci dei Subsonica

CHIVASSO - Un appuntamento di primo livello a Volpiano per la tredicesima edizione dei Luoghi delle Parole. Il festival letterario firmato Associazione Novecento ha scelto di raccontare i libri e le storie anche "di sponda". Dall'inaugurazione con l'illustratore Emiliano Ponzi all'architettura di Italo Rota, il direttore artistico Gianluigi Ricuperati ha deciso che il suo cartellone doveva lanciare visioni sul futuro. E così ecco nasce il primo appuntamento del weekend: alle 21 a Volpiano nella sala polivalente di via Trieste.

Con Max Casacci, fondatore e chitarrista dei Subsonica, ed Enrico Remmert, scrittore e autore di liriche per i più importanti gruppi italiani, e all’indomani del Nobel a Dylan, ci domanderemo cosa significa unire ambizioni letterarie e scrittura pop nel XXI secolo.

Territori

Cronaca

Cultura

Sport