Torinopoli, la versione "sabauda" del più famoso gioco di società

Stampa Home
Articolo pubblicato il 10/12/2016 alle ore 23:14.
Torinopoli, la versione "sabauda" del più famoso gioco di società 3
Torinopoli, la versione "sabauda" del più famoso gioco di società 3

Chi di noi non si è mai disperato per aver perso, per un soffio, la casella del "parco della vittoria"? 
E, ancora, chi di noi non ha tirato fuori dall'armadio quella scatola del più famoso gioco di società per trascorrere qualche momento di allegria e spensieratezza tra gli amici? 

Ma, ammettiamolo, noi torinesi, un po' sabaudi, un po' "bogia nen", siamo orgogliosi del nostro modo di essere (anche acquisito) e forse è proprio per questo che saremmo tutti un po' più affascinati dall'idea di trasformare i luoghi simbolo del gioco da tavola più famoso d'Italia in quei luoghi che, almeno una volta in vita nostra, abbiamo visitato anche di persona. 
"Avete presente la Torino grigia e nebbiosa, operosa ma anche un po' triste? Bene,dimenticatela. C'è un'altra Torino che vi aspetta. È la Torino del Torinopoli". Queste le parole degli ideatori della nuova versione del gioco da tavola in salsa torinese. Il gioco che ispira la variante sabauda non ha neanche bisogno di essere nominato, tanto è famoso. Ma un gruppo di amici ha deciso di ripensarlo, ripartendo da zero e provando a trasformare i luoghi simbolo del capoluogo in "tappe" del percorso di gioco. "Con Torinopoli - spiegano gli ideatori del progetto - ci si ritrova a muoversi per le vie della città con 8 pedine raffiguranti il gianduiotto, il toret o il fujot della bagna caoda, tentando di comprare vie e quartieri (da Via Artom fino a Via Villa della Regina) per costruirci palazzi e hotel e diventare così il “padrun”. Ma è soltanto l'inizio. In Torinopoli, tentando la fortuna sulla casella che raffigura le “le bale dël tor” di piazza San Carlo, tentando di passare incolumi per la ZTL". E poi infine, ma non per importanza, una delle missioni principali è quella di evitare la "Madama" per non finire alle Vallette. E se questo slang non è chiaro ai torinesi... 

Un'idea che forse è balenata un po' a tutti, ma che gli amici che hanno fondato la società Torinopoli Srls hanno deciso di concretizzare fino in fondo, andando a "torinesizzare" uno dei più famosi giochi che hanno segnato l'infanzia e le serate tra compagni di tutti quanti noi. Un "regalo" che arriva proprio a ridosso del Natale e che si propone anche come un ottimo regalo da portare sulle tavole degli amici in vista delle festività natalizie e della fine dell'anno.

Torinopoli sarà in vendita nei centri Trony del gruppo Gallenca indicativamente da metà dicembre, ma può essere già prenotato presso il sito www.produzionidalbasso.com. E lo hanno già fatto in parecchi…

Territori

Cronaca

Cultura

Sport

Sanità

Politica